Milano: smaltimento amianto. Ecco regole, procedure e consigli

Come molti sanno, l’uso dell’amianto (detto anche cemento-amianto o Eternit, dal nome della più grande azienda produttrice) è ormai vietato dalla legge. Anche lo smaltimento dell’amianto, di conseguenza, prevede regole ben precise.

Infatti, l’amianto, che è stato utilizzato anni fa perché molto resistente al calore e isolante, risulta cancerogeno e, in particolare, le sue polveri possono essere molto nocive.

Lo smaltimento dell’amianto non è un’operazione da prendere alla leggera. Molti edifici, anche nella zona di Milano e dintorni, proprio per questo motivo, contengono ancora diverse coperture realizzate con questo materiale. Decidere di rimuovere l’amianto senza le dovute precauzioni può essere molto pericoloso. È proprio in fase di spostamento e rimozione dell’eternit, infatti, che si possono creare le polveri nocive che possono causare tumori di vario genere.

Lo smaltimento dell’amianto è disciplinato dal Capo III Protezione dai rischi connessi all’esposizione all’amianto del Titolo IX Sostanze pericolose del d.lgs. 81/2008 e ss.mm.ii. (nel seguito anche TUSL). Gli articoli che se ne occupano sono, in particolare: art. 250 Notifica e art. 256 – Lavori di demolizione o rimozione dell’amianto. [Fonte da Regione Lombardia]

Le costruzioni in amianto

L’amianto può essere presente in molte strutture edilizie. A Milano, ma anche in tutta Italia, troviamo l’amianto all’interno di:

  • fabbricati costruiti negli anni ’60 e ’70 in cui è presente una struttura portante metallica (che può essere stata spruzzata con amianto.
  • edifici prefabbricati con lastre piane o ondulate in amianto.
  • capannoni ad uso industriale con coperture in eternit.
  • pareti e controsoffitti.
  • linoleum e piastrelle per pavimenti.
  • intonaci di rivestimento.
  • coperture di vario tipo (tegole, lastre).
  • tubi e vasche per acqua potabile.
  • e altre strutture.

Come rimuovere l’amianto

Le 3 modalità più diffuse per la rimozione dell’amianto sono:

  • rimozione (il metodo più rischioso ma più efficace).
  • incapsulamento (con prodotti penetranti e ricoprenti).
  • confinamento (con barriere per isolare la sostanza inquinante dall’ambiente circostante).

Dopo che l’amianto è stato rimosso, può essere conferito presso impianti di stoccaggio preliminare, come Fenice S.r.l., in possesso di Autorizzazione Integrata Ambientale ed autorizzati dagli enti competenti a ricevere questa tipologia di rifiuti per il successivo invio a smaltimento definitivo presso idonee discariche oppure può essere conferito direttamente in discariche autorizzate con le quali Fenice S.r.l. ha contratti commerciali attivi.

Vista la pericolosità di questo materiale, nonostante l’esistenza di alcuni progetti e impianti pilota in via di sperimentazione, ad oggi non è possibile riciclarlo in alcun modo.

Chi può occuparsi dello smaltimento dell’amianto

Salvo alcune deroghe regionali per piccoli quantitativi (ad es. in Piemonte) lo smaltimento dell’amianto deve essere affidato, ad aziende specializzate iscritte alla categoria 10A (per amianto in matrice compatta) o categoria 10B (per amianto in matrice friabile) all’Albo nazionale delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti.

Cosa può fare Fenice s.r.l. per te

Fenice s.r.l., con sede a Robecchetto con Induno, in provincia di Milano, è una realtà specializzata nello smaltimento rifiuti, anche pericolosi, come l’amianto.

Lo Stato e le realtà locali stabiliscono detrazioni ed incentivi per incoraggiare lo smaltimento corretto di questa sostanza potenzialmente pericolosa.

Per approfondire

In questo articolo trovi l’elenco dei Bonus, Crediti e Detrazioni che possono essere richiesti a seconda dei destinatari e del tipo di intervento.

I nostri consulenti sono a tua disposizione per fornirti informazioni utili per lo smaltimento e per gli eventuali incentivi. 

Share This

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi